Come allenarsi in un’ora di nuoto libero

Il nuoto è uno sport, a detta di molti esperti del settore, benefico per ogni singola parte del nostro corpo, rinforza la muscolatura, tonifica e modella in poco tempo ogni regione creando un fisico statuario per l’uomo ed estremamente in forma per la donna.

nuoto libero consigli

  1. Mentre iscrivendosi ad un normale corso di nuoto dovresti eseguire gli esercizi indicati dal nostro allenatore, scegliendo il nuoto libero avrai invece la possibilità di modulare le tue sedute d’allenamento adattandole alla tua resistenza fisica e alla regione corporea che vuoi rinforzare maggiormente. Per fare questo è sempre meglio andare in piscina nelle ore meno affollate, in modo da avere a disposizione un’intera corsia, o per lo meno condividerla con uno o massimo due nuotatori.
  2. Il nuoto è uno sport che non affatica tantissimo perché stando in acqua, nel momento dell’esercizio, non si percepisce molto la stanchezza, al contrario di ciò che può avvenire sudando in palestra, ma nel frattempo anche il semplice galleggiare in acqua fa consumare tantissime calorie. In un soggetto allenato, dopo qualche mese di pratica si arriva a consumare fino a 600 calorie in un’ora.
  3. Dividi la seduta di allenamento in 3 parti fondamentali: nel primo quarto d’ora devi adattare il fisico e riscaldarlo per lo sforzo con 10 vasche, usando solo le gambe con la tavoletta e altre 10 vasche a dorso; nella parte centrale dell’allenamento è buona regola effettuare in modo ciclico tutti gli stili principali, nel primo quarto d’ora quattro vasche stile libero, due vasche rana, due vasche dorso e poi ricominciando dall’inizio, mentre nel secondo quarto d’ora aggiungendo a seconda della capacità fisica anche una o due vasche a delfino; l’ultimo quarto d’ora consiste nel defaticamento, sempre con la tavoletta usando solo le gambe e qualche vasca a dorso.

Consigli utili

  • Cerca di non iniziare subito facendo vasche molto faticose perché accumuleresti tanto acido lattico, e soprattutto mai nuotare dopo aver mangiato perché avresti una spiacevole sensazione di bruciore!

Ti è piaciuto l’articolo? Leggi l’originale qui

Tags: , ,