Bambini in piscina: come proteggerli dal freddo?

Il tuo bambino ha bisogno di allenarsi anche in inverno, perché la costanza è il modo migliore per mantenersi sani e in forma.

Come continuare a mandarlo in piscina nonostante il freddo?

Abbandoniamo qualunque scusa e pretesto per cedere alla pigrizia personale lasciando il nostro bambino sul divano, e portiamolo a divertirsi in piscina seguendo dei piccoli e importanti accorgimenti che faciliteranno il tutto.

Per prima cosa…

Aumentano le possibilità di ammalarsi?

In realtà no.

Nonostante vi sia l’errata credenza che fare sport in inverno possa causare o addirittura incentivare raffreddori e febbre, la situazione è completamente opposta!

L’allenamento in inverno dona dei benefici non indifferenti.

  • Migliora la circolazione sanguigna
  • Migliora e stimola le difese immunitarie
  • Aiuta il bambino a combattere i malanni stagionali

Naturalmente questo non sarebbe possibile se si esponesse il bambino a temperature troppo rigide o correnti d’aria gelida per tempi prolungati.

nuoto1

Ecco per voi alcuni consigli per proteggere il vostro bambino e per prevenire l’influenza di stagione:

  • Vestilo a ‘’strati’’
  • Avvolgi subito il tuo bambino con un telo o un accappatoio non appena uscito dall’acqua
  • Doccia con acqua calda e asciugatura del corpo rapida e accurata
  • Asciugatura assolutamente i capelli
  • Fai indossare sempre delle ciabattine ed evita che tuo figlio cammini scalzo

Andare a fare sport in qualunque caso è giusto?

Alla luce di questi piccoli accorgimenti che riusciranno a facilitare la vita in piscina del tuo bambino ricorda che, a volte, a seconda dello stato di salute, non è sempre bene fare movimento.

Ci sono delle occasioni particolari in cui è meglio non fare sport e rimanere a riposo a casa.

Se il tuo bambino ha un brutto raffreddore o mal di orecchie potrebbe essere sintomo di un’infiammazione del condotto uditivo esterno che, allora, sarà meglio preservare e tenere lontano dall’acqua.corsi-di-nuoto-gymnasium

Vediamo perché.

  1. L’acqua clorata che entra nel naso e nelle orecchie talvolta irrita la mucosa, per poi peggiorare la situazione.
  2. L’acqua, di norma, ha una temperatura più bassa rispetto a quella corporea. Il contrasto tra le due temperature provoca una cessione di calore che porterà al raffreddamento della temperatura corporea del tuo bambino, con conseguente percezione più acuta del freddo.

In questi casi non farti troppi problemi a rimandare il bagno in piscina.

La salute prima di tutto! 

 

Tags: , , , , , ,