fbpx Skip to content
nuoto-neonato

Bebé in piscina: i consigli dell’esperto sul nuoto neonatale

L’acquaticità è la soluzione ideale per stimolare la mobilità e la socializzazione già a partire dai 5 mesi: due esperti spiegano quali sono i vantaggi per la salute e la relazione con l’adulto

Se praticare sport fin dalla scuola elementare può essere il modo giusto per una vita all’insegna dello sport (non necessariamente agonistico), lo stesso non si può dire dell’attività motoria nei primi mesi, destinata al “dimenticatoio” intorno ai tre anni. Questo però non significa che l’attività fisica in questa fascia di età sia meno importante. Anzi, ha una funzione determinante: stimolare la crescita sana ed equilibrata dell’individuo.

PRIMI MESI DI VITA: PRENDERE CONFIDENZA CON L’ACQUA
«Il bambino molto piccolo non può assolutamente essere costretto nelle regole che qualsiasi disciplina organizzata richiede – mette in chiaro Attilio Turchetta, responsabile di Medicina per lo Sport all’Ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma -. Sicuramente però la ginnastica dolce e il movimento possono essere di grande aiuto alla sua crescita e al suo sviluppo psico-fisico. Nei primi mesi di vita, ginnastica significa semplicemente mobilitazione delle gambe e delle braccia. Un’attività semplice ma ideale per avviare il bambino allo sviluppo delle proprie capacità motorie più complesse quali la manualità, la mobilità e l’equilibrio. Da qualche anno, poi, molte piscine si sono attrezzate per ospitare anche i piccolissimi, vale a dire bambini di 5 o 6 mesi. In acqua non vanno a nuotare ma semplicemente a prendere confidenza con un ambiente, che poi è lo stesso in cui sono rimasti per nove mesi prima della nascita».

PRIMI ANNI: GIOCO E DIVERTIMENTO
Contrariamente a quel che succede ai bambini in età scolare, il nuoto favorisce anche la socialità dei più piccoli, aiutandoli a consolidare il rapporto con i loro genitori. «In piscina il bambino prende confidenza con l’acqua ma anche con l’adulto che lo accompagna e lo segue. Per i primi anni, comunque, dentro o fuori dall’acqua, il movimento deve sempre essere indirizzato verso il gioco e il divertimento perché attraverso queste dinamiche il bambino impara moltissimo di se stesso e del proprio corpo», conclude Turchetta.

Ma cosa si può fare esattamente con un bambino di uno o due anni in piscina? Diverse cose. La più importante è quella di rassicurarlo anche all’interno dell’acqua attraverso il contatto fisico e visivo. «Superata questa prima fase – spiega Maria Elena Villa, istruttrice milanese specializzata nei corsi di acquaticità e nuoto neonatale – comincia la vera e propria esplorazione. Una papera galleggiante o un salvagente colorato possono attirare la curiosità del bambino e stimolarlo nei movimenti. Non si tratta di un corso di nuoto, tuttavia si possono invitare i piccoli a prendere fiducia nei loro mezzi e fargli acquisire quell’autonomia che gli permette di abbandonare l’abbraccio dei genitori. Uno degli esercizi più comuni è quello che prevede di attirare l’attenzione del bambino con un giocattolo e invitarlo a tuffarsi: mentre un adulto lo tiene seduto, un altro, di fronte, si prepara a recuperarlo alla fine di questa piccola immersione. In base alla mia esperienza posso dire che, nella maggior parte dei casi, i genitori sono molto più agitati dei loro figli!».

TUTTI I BENEFICI
Tra i principali benefici del nuoto neonatale si possono menzionare: il rafforzamento del sistema cardiorespiratorio e dell’apparato scheletrico, la mobilità degli arti e del tronco, una maggiore tonicità dei muscoli e, forse il più gradito ai genitori in debito di sonno, lo stimolo dell’appetito e del rilassamento.

Leggi l’articolo originale qui

AREA PERSONALE

Da oggi bastano pochi secondi per poterti prenotare alle lezioni che preferisci.

Inoltre potrai accedere alla tua Area Personale dove troverai informazioni relative al credito residuo per servizi e alla scadenza del tuo abbonamento in palestra.

Una volta installata l’applicazione, inserisci la chiave d’accesso:

582B5D21

Oppure accedi attraverso il browser

×