Ciclismo anche in inverno: si può?

I veri professionisti della mountain bike affrontano anche gli inverni più gelidi, non lasciandosi tramortire dalle temperature fredde.

L’inverno può essere la stagione ideale per migliorare la propria tecnica di guida su sterrato e bagnato. Per questo motivo vogliamo illustrarvi una breve guida per poter fronteggiare anche questa stagione un po’ più difficoltosa.
Vediamo come.

    1. NON SOTTOVALUTARE IL RIPOSO

Prima che il ciclismo diventasse uno sport di tendenza e venisse praticato tutto l’anno, i primi amatori preferivano sfruttare il periodo invernale come tempo di riposo e stacco dall’attività sportiva quotidiana. Se non volete rinunciare all’allenamento è importante seguire un metodo bifasico che non prevede una pedalata costante e giornaliera, piuttosto un allenamento a cui segue obbligatoriamente un giorno di riposo. Potrete notare in breve tempo che il giorno di recupero sarà essenziale per accorgersi dei miglioramenti.

allenamento

 

2. CONTINUATE A PIANIFICARE IL VOSTRO ALLENAMENTO

Imparate a gestire i vostri punti deboli.

La stagione invernale può essere fondamentale per un vostro miglioramento definitivo i cui frutti saranno davvero visibili alle prossime competizioni agonistiche.

Pianificate allenamenti specifici.

Problemi in salita? In discesa? Lavorateci. Potete permettervelo.

3. ALLENATE ANCHE IL RESTO

Prima che ciclisti, siete degli sportivi.

Non dimenticate di esplorare anche altre discipline, di misurarvi con altre attività. L’allenamento in palestra può essere fondamentale per garantirvi una buona e completa preparazione.

allenamento collettivo

 

4. STRETCHING ED ELASTICITÀ

A fine allenamento, ora come non mai, è fondamentale rilassare i muscoli.

Riuscirete ad avere una muscolatura più elastica e tonica. Bastano anche solo una decina di minuti per workout.

 

E tu vai in MTB anche in inverno, o ti lasci intimorire dal cielo grigio e dalle temperature ?

Ora non hai più scuse 😉

Tags: , , , , ,