fbpx Skip to content
nuoto-gare-augustea

Come prepararsi prima di una gara di nuoto

Il nuoto rappresenta lo sport più completo al mondo: è in grado di mettere in moto tutti gli arti e i muscoli del nostro corpo e in molti casi è uno dei migliori rimedi per curare problemi articolari, soprattutto quelli della schiena. Oltre ad un buona costanza fisica è in grado di regolare la fase respiratorio del nostro organismo migliorando respirazione e resistenza. Ma allo stesso tempo uno sport del genere richiede molte energie e sopratutto quando si tratta di sostenere una gara occorre prima, come ogni altro sport, prepari fisicamente per evitare forti strappi o altri disfunzioni dell’apparato muscolatura.

Il nuoto presenta diversi stili e di conseguenza per ognuno di loro c’è bisogno di una preparazione adeguata: se ad esempio si svolge lo stile delfino bisogna allenare di più le braccia e la muscolatura del dorso poiché vi è uno scatto forte per il sollevamento costante; se si fa dorso lo sforzo è concentrato particolarmente nelle gambe; lo stile libero invece richiede uno sforzo più o meno costante sia degli arti superiori che di quelli inferiori.

L’allenamento preliminare è importantissimo, in quanto tiene sempre allenato il nostro corpo e soprattutto i muscoli, in modo da tenere sempre sostanze in circolo per i vasi sanguigni sostanze che favoriscono la rigenerazione delle cellule muscolose, il continuo aumento di forze e altrettanta resistenza a sforzi sempre maggiori. Mentre nell’allenamento lo sforzo non è di velocità, ma è di costanza, nella gara si devono dosare le energia per coprire tutta la distanza che c’è da percorrere, ma si deve anche aumentare di volta in volta il ritmo.

La preparazione ideale è quella di alternare le prove di gara con allenamenti costanti, in modo tale che si svolge sempre un confronto delle prestazioni fisiche sotto sforzo e si possa constatare che resistenza e respirazione riescano a resistere ad uno sforzo superiore.  La mente del nuotatore, non dovrà pensare ad altro che tenere il conto del ritmo con il quale sta procedendo. Più si è concentrati, più il corpo riuscirà a dare maggiori prestazioni.

Inoltre è molto importante che prima di una gara, ci si prepari anche a livello fisico-alimentare. Cibi sani con un ottimo apporto di carboidrati, favoriscono la perfetta preparazione alla giornata della gara, ma al momento della gara sarebbe opportuno assumere una piccola dose di zucchero, perché sarà quello a darci l’energia nel momento stesso. I carboidrati entreranno in funzione sia contemporaneamente allo zucchero, ma anche dopo continuando a dare energie.

Nella preparazione prima della gara, non bisogna mettere assolutamente il corpo e la sostanza muscolosa sotto uno sforzo massimo, perché questo sarebbe controproducente per la prestazione finale. Sarebbe opportuno allenarsi un numero costante di ore per uno numero di giorni fissato alla settimana: sia due, tre, cinque o sei volte a settimana. Nell’allenamento consueto giornaliero bisogna integrare anche la preparazione ad altri stili, oltre a quello specifico del nuotatore, in modo tale che i muscoli non si fossilizzino su un solo e particolare movimento. Tutti questi fattori, senza dubbio, influiranno positivamente sulla vostra prestazione finale!

Ricordatevi sempre che prima e soprattutto dopo il termine degli allenamenti è necessario fare dello stretching, anche in acqua, in quanto aiuta ad evitare strappi muscolari. Attraverso questo è possibile andare incontro agli blocchi prodotti a causa della produzione di acido lattico dei muscoli.

Leggi l’articolo originale qui

AREA PERSONALE

Da oggi bastano pochi secondi per poterti prenotare alle lezioni che preferisci.

Inoltre potrai accedere alla tua Area Personale dove troverai informazioni relative al credito residuo per servizi e alla scadenza del tuo abbonamento in palestra.

Una volta installata l’applicazione, inserisci la chiave d’accesso:

582B5D21

Oppure accedi attraverso il browser

Siamo temporaneamente chiusi
come da decreto

× Ciao, come possiamo aiutarti?