I 3 esercizi TOP per allenare i glutei

Comprendere come allenare i glutei è importante.

Dentro di noi immaginiamo di poter avere dei glutei da sogno, e ipotizziamo tecniche possibili per la costruzione del lato B perfetto, almeno secondo i nostri personali standard.
Nella realtà, però, c’è un grande ostacolo da valicare: la propria volontà.

La costruzione e la sollecitazione dei glutei non è semplice, proprio perché necessitano di esercizi che coinvolgono interi gruppi muscolari che non escludano il polpaccio e il quadricipite.

Sappiamo già che, con costanza e persevaranza, si possono raggiungere risultati non indifferenti. Meglio ancora se con l’ausilio di pesi e bilancieri.
Vediamo insieme, allora, quali sono i 3 ESERCIZI da eseguire a lungo termine.

Squat 

Prima di provare e cimentarvi nell’impresa, sappiate che l’aspetto più complesso di questo esercizio è mantenere una corretta esecuzione durante le ripetizioni.
Il peso del corpo deve essere distribuito in modo equilibrato, senza gravare sulle ginocchia, così da stimolare appunto il gluteo.

Affondi

Importanti? Di più.

L’affondo può essere un esercizio talvolta ancora più efficace dello squat, poiché sollecita maggiormente il gluteo, senza stimolare eccessivamente il quadricipite.
Le regole fondamentali?
– Schiena dritta, petto in fuori.
– Piedi e gambe divaricate ad altezza fianchi e piegamento fino a formare un angolo di 90°.

Hiptrust

Qui, il segreto, è contrarre.
Gli hipstrust sono forse l’esercizio che più focalizza l’attenzione sul gluteo, coinvolgendolo come gruppo muscolare primario.
Esegui l’esercizio con calma, senza fretta. Fai della lentezza un punto di forza, combattendo la gravità. Tante volte non è importante eseguire tante ripetizioni quanto la modalità e la correttezza dell’esecuzione stessa. Per intensificarne gli effetti aiutati con l’ausilio di un peso.

E tu che esercizi esegui per i glutei?
Ricorda che allenarli fa davvero la differenza!

Tags: ,