Le 11 cose che non sai sul sudore

Sudare fa bene all’equilibrio dell’organismo: scopriamo insieme alcune curiosità e impariamo a leggere i segnali che il corpo comunica sudando.

  1. Se sudi respiri più velocemente, il cuore lavora di più, migliora la circolazione e il metabolismo accelera.
    Tutte strategie che il nostro corpo mette in atto per normalizzare la temperatura corporea: espelli tossine, impurità, e dai una mano al sistema immunitario!Ragazza con maglietta e macchie di sudore
  2. Con il sudore perdiamo tra 0,5 e 10 litri di acqua al giorno: sono i nostri “scarti“, che regolano la temperatura e trasmettono importanti segnali chimici.
  3. Durante l’esercizio fisico intenso un atleta può arrivare a perdere attraverso il sudore dal 2 al 6% del proprio peso corporeo.
  4. Il sudore umano è inodore. Il suo tanfo è dovuto alla presenza di batteri nelle ghiandole apocrine.
    Ragazza sudata dopo allenamento
  5. Il sudore è un richiamo erotico.
    I ricercatori dell’Huddinge University Hospital, hanno scoperto che il sudore maschile lancia messaggi chimici che la donna raccoglie.
    Uomo che suda a fiumi
  6. Con i suoi 4 milioni di ghiandole sudoripare, la maggior parte si trova sui palmi delle mani e sui piedi, la pelle è l’organo di depurazione più esteso del nostro organismo.
  7. Si suda per diverse ragioni: per il caldo, per lo sport, per lo stress. Ogni modo ha diverse ragioni chimiche.
  8. Se il sudore punge a contatto con gli occhi, lascia un sapore salato o striature bianche sulla pelle o sui vestiti, sarà di tipo salato e il corpo avrà bisogno di più idratazione, assumendo molta acqua.
  9. La sudorazione eccessiva, ne soffre il 3% della popolazione mondiale, si chiama iperidrosi.Ragazzo che corre e suda
  10. La maggior parte delle persone è in grado di produrre un litro e mezzo di sudore all’ora. Se queste perdite non vengono compensate da un’adeguata assunzione di liquidi i recettori ipotalamici captano lo stato di disidratazione e generano lo stimolo della sete.
  11. Se si suda durante l’attività fisica è meglio bere dopo e non durante l’attività fisica. Reidratarsi continuamente è controproducente perché il corpo possiede un meccanismo naturale di recupero dei liquidi che li trattiene o li espelle in base alle esigenze rischiando di mandare il sistema in tilt e di eliminare l’acqua di cui si ha bisogno.

Ragazza che beve acqua

Tags: , , ,