fbpx Skip to content
riscaldamento

L’importanza del riscaldamento muscolare

 

riscaldamento

Il riscaldamento muscolare o avviamento allo sport o “warm-up” viene considerato la fase preparatoria all’allenamento, volta a migliorare le condizioni fisiche, quindi la performance sportiva stessa, e a prevenire eventuali infortuni.

Molti giovani atleti e neofiti del settore ritengono spesso superflua, se non inutile, la fase di riscaldamento; altri pensano che sia uno spreco di tempo e di risorse energetiche. Attraverso questo articolo, vedremo assieme il perchè sia importante dedicare circa una decina di minuti al riscaldamento, prima di iniziare l’allenamento specifico sia in palestra sia a casa.

Con il termine “riscaldamento” si fa riferimento all’aumento della temperatura corporea di 1-2 gradi, che comporta conseguenze positive sull’organismo stesso. Il riscaldamento viene sempre studiato sulla base dell’allenamento che si svolgerà, quindi della tipologia di sport praticato, ma sopratutto si basa sulle reali condizioni fisiche e necessità dell’atleta durante un determinato periodo di preparazione atletica. In linea generale, il riscaldamento può essere:

  • Passivo: l’aumento di temperatura corporea viene indotto senza far praticare alcun esercizio all’atleta, quindi, ad esempio, attraverso bagni, massaggi, docce calde.
  • Generale: l’aumento di temperatura corporea viene indotto attraverso la pratica di movimenti aspecifici e di bassa intensità, con l’obiettivo di riscaldare in generale i vari gruppi muscolari. Esempi di warm-up generale sono: corsa blanda, marcia e saltelli sul posto, andature; esercizi di mobilizzazione muscolare attiva come spinte, slanci, oscillazioni.
  • Specifico: l’aumento della temperatura corporea è veicolato verso i muscoli che saranno coinvolti maggiormente nella pratica sportiva. Gli esercizi che l’atleta svolgerà saranno di intensità cinetica e dinamica uguale al gesto tecnico specifico.

Normalmente, al warm-up generale segue sempre il warm-up specifico, e il tutto ha sempre un’intensità e un’entità modesta volta ad incrementare la temperatura corporea senza affaticare prematuramente corpo e mente. Il riscaldamento deve essere completo, ovvero deve preparare tutto il corpo e la mente allo sforzo; graduale in intensità e difficoltà; specifico.

Un buon riscaldamento muscolare comporta “conseguenze” positive su:

  • Apparato cardio – polmonare: incremento della FC, che prepara il cuore agli sforzi successivi; miglioramento dell’irrorazione sanguigna verso la periferia e i muscoli coinvolti; aumento della frequenza respiratoria, quindi miglioramento del trasporto e assorbimento di ossigeno.
  • Sistema nervoso: miglioramento della sensibilità dei recettori sensoriali, con conseguente miglioramento della trasmissione dell’impulso nervoso, che si traduce in un minor tempo di risposta ad uno stimolo esterno che si rispecchia nella coordinazione, velocità, reattività e destrezza dei movimenti.
  • Apparato locomotore: miglioramento delle condizioni del liquido sinoviale delle articolazioni, che si traduce in scioltezza di movimento; miglioramento della contrattilità e allungamento muscolare; riduzione generale del rischio di infortunio.

Per gli amatori o atleti non professionisti, ecco due tipologie di riscaldamento:

  • Riscaldamento basato sulla corsa: Corsa a ritmo blando sul posto o in uno spazio ristretto, che può essere integrata con esercizi che coinvolgono arti superiori e inferiori. La corsa può inizialmente una camminata a passo svelto, per poi trasformarsi gradualmente in una corsa di ritmo blando. La corsa può essere studiata come un’alternanza tra camminata a passo svelto e jogging, in modo che venga stimolato positivamente l’apparato respiratorio e locomotore.
  • Riscaldamento basato su macchine specifiche: In palestra è possibile riscaldare il corpo utilizzando le macchine per l’esercizio aerobico come: la cyclette o il cicloergometro, che coinvolge solo gli arti inferiori; il wave che permette di riscaldare gli arti inferiori e lavorare sull’equilibrio; l’ellittica che fa lavorare in simultanea arti inferiori e superiori, equilibrio e coordinazione.

 

 

Fonte: proaction.it

AREA PERSONALE

Da oggi bastano pochi secondi per poterti prenotare alle lezioni che preferisci.

Inoltre potrai accedere alla tua Area Personale dove troverai informazioni relative al credito residuo per servizi e alla scadenza del tuo abbonamento in palestra.

Una volta installata l’applicazione, inserisci la chiave d’accesso:

582B5D21

Oppure accedi attraverso il browser

×