Perché il cheat meal cambierà il tuo allenamento?

Se non lo hai ancora fatto, è il momento di un cheat meal.

Avrai certamente sentito parlare di cheat meal, ma hai davvero chiaro di cosa si tratti?
Partiamo dalle basi.
Quando si va in palestra, solitamente, si segue un programma specifico, o meglio, un piano d’allenamento personalizzato che possa essere quanto più in linea possibile con i risultati che vogliamo ottenere. Sicuramente, dal primo giorno di workout, l’allenatore si sarà premurato di dire: non basta allenarsi duramente se non hai anche un’alimentazione corretta.

Piccoli contenitori a forma di cuore con frutta all'interno
Ed è così che, volente o nolente, inizia l’incubo del mangiar sano a tutti i costi. Naturalmente, prendiamola con ironia! Avere un’alimentazione sana è la base per restare in salute e vivere al meglio i sacrifici legati allo sport, senza considerare quanto migliori l’efficacia dei nostri sforzi.

Riso basmati

Per quanto possa essere utile e, prima o poi, anche piacevole, non si può vivere solo di integrale, fesa, tacchino e riso basmati.
A volte la nostra psiche, il nostro corpo, richiedono e rivendicano quel bisogno viscerale di cibo spazzatura, leccornie, pizza a non finire.

Ecco, questo è il cheat meal.
L’abbandono alla tentazione del palato, almeno per una volta!

Quando concederselo?

Questo dipende dai risultati che volete ottenere, dal vostro stile di vita, dal metabolismo basale e dal vostro fabbisogno giornaliero.
Il cheat, lo sgarro, è un pasto settimanale, solitamente destinato a essere consumato nel corso di giorni speciali, quelli dove la convivialità non può venir meno, vale a dire il weekend.

Cheat meal, pizza, anelli di cipolla, panini, patatine

C’è anche chi non si limita a un solo pasto, ma riserva a sé stesso una vera e propria giornata dedicata allo sgarro selvaggio. In questi casi, che si fa?

Le caratteristiche del cheat meal

  1. Solitamente è un pasto grande, sostanzioso e, soprattutto, dovrebbe essere solo uno. Suggeriamo di limitarvi a un solo pasto poiché sarebbe utile ridurre il tutto a un solo processo digestivo, per quanto tempo possa servire.The rock
  2. Se esageri con lo sgarro, non esagerare con le bevande gassate o gli alcolici. Potrebbero darti una sensazione eccessiva di gonfiore e rallentare la digestione, di conseguenza, lo smaltimento.
    Naturalmente consigliamo di non strafare il giorno successivo allo sgarro, anzi, prova a fare una dieta un po’ più ferrata, in modo tale da equilibrare le calorie ingerite il giorno prima.

Per il resto, non farti troppi problemi, la vita è una, e la voglia di sgarro resta! 🙂

Tags: ,