fbpx Skip to content
tonificare le braccia

Tonifica le braccia con il nuoto divertendoti

Vestiti con spalline, canottiere e top, scollature a fascia o a cuore sono belli da portare d’estate, ma meglio pensare a rassodare bicipiti e tricipiti

Tonifica le braccia con il nuoto divertendoti

Tonificare le braccia con il nuoto è solo uno dei tanti benefici che questo sport completo può offrire. Nuotare regolarmente permette di migliorare la qualità della vita a 360°, allenando il corpo e rilassando la mente, bruciando calorie e migliorando la resistenza.

Se però l’obbiettivo è avere braccia toniche, è necessario fortificare e rassodare le zone che tendono maggiormente a rilassarsi, ovvero la fascia posteriore dei tricipiti. Il nuoto, più di altri sport, ermette di raggiungere facilmente questo obbiettivo, senza necessariamente sviluppare dei bicipiti grossi, a meno che non lo si voglia.

Inoltre è bene abbinare esercizi per fortificare le spalle, in modo da avere un miglioramento globale della zona.


Dunque non aspettare, prendi costume e cuffia e tuffati in piscina, tonifica le braccia con il nuoto grazie a questi esercizi:

  • Per avere risultati nuota regolarmente almeno un’ora a volta. Si consiglia un allenamento quotidiano, ma se non è possibile cerca di andare in piscina tre volte a settimana.
  • Alterna gli stili: il dorso è più mirato a stimolare i tricipiti, mentre lo stile libero è maggiormente indicato per i bicipiti, la rana, invece, rassoda i pettorali.
  • Utilizza degli attrezzi, come i guanti palmati, nuotando aumentano la resistenza all’acqua. Equivalgono ad allenarsi con un pesetto da 5 kg per mano.
  • E’ possibile utilizzare anche il noodle di schiuma (il tubo), posizionandolo a livello del bacino e mantenendo le gambe ferme, permette di nuotare utilizzando solo le braccia. I muscoli così lavoreranno il doppio.
  • Anche senza avere attrezzi a disposizione, tonifica le braccia con il nuoto senza muovere le gambe, aiutandoti tenendo i piedi accavallati e gli addominali ben contratti, per preservare la schiena.
  • Stando nella parte più profonda della piscina, mettere entrambe le mani sul bordo e alzarsi facendo forza sulle braccia, portando la parte superiore del corpo fuori dall’acqua. Mantenere due minuti la posizione e poi tornare in acqua.
  • Per terminare fai stretching stando in piedi nella parte bassa della corsia, semplicemente rilassando e lasciando galleggiare le braccia, poi facendole ondeggiare da una parte all’altra le braccia. Il massaggio dell’acqua sarà benefico.

Leggi l’articolo originale qui

AREA PERSONALE

Da oggi bastano pochi secondi per poterti prenotare alle lezioni che preferisci.

Inoltre potrai accedere alla tua Area Personale dove troverai informazioni relative al credito residuo per servizi e alla scadenza del tuo abbonamento in palestra.

Una volta installata l’applicazione, inserisci la chiave d’accesso:

582B5D21

Oppure accedi attraverso il browser

×